Home
Search results “Dostoevskij l idiota frasi sulla”
Consigli di lettura  L'idiota di Dostoevskij
 
12:55
Blog: http://dustypagesinwonderland.blogspot.it/ Instagram: http://instagram.com/malitiainwonderland Pagina Facebook: https://www.facebook.com/dustypagesinwonderland Anobii: http://www.anobii.com/malitia/books Ciao a tutti! Ecco il video tanto paventato sulle letture di agosto. Mi scuso se non sono stata esaustiva: editando il video mi sono accorta che c'erano tante cose che avrei potuto precisare meglio (ho cercato di aggiungerle con le nuvolette a destra), ma ogni volta che parlo di questi libri la materia scivola un po' e tenere sotto controllo tutti gli aspetti del romanzo risulta difficile. Spero di non avervi annoiato troppo e sono curiosa di leggere i vostri commenti, se avete letto il libro.
Views: 7607 Federica Urso
Dostoevskij "Monologo del Principe Myskin  tratto dall'Idiota " recitata da Diego De Nadai
 
03:33
Il Principe Myskin, un'anima pura e innocente, soffocato dalla meschinità e freddezza cinica che dominano nel suo ambiente, si eleva a figura vibrante e straordinaria, in una lezione morale che Dostoevskij trasmette al mondo.
Views: 6118 Diego De Nadai
(teatro) L'IDIOTA (Fedor M. Dostoevskij) - monologo di Giorgio Albertazzi.
 
04:18
1959 RAI TV Italiana. Straordinaria interpretazione di Giorgio Albertazzi nel ruolo del principe Myskin. Monologo da antologia del teatro mondiale. Nel cast, fra gli altri, anche Anna Proclemer (Nastasja Filippovna), Gian Maria Volonté, Ferruccio de Ceresa, Carlo Hinterman, Sergio Tofano, Lina Volonghi. Grande produzione RAI, regia di Giacomo Vaccari. Sceneggiatura: Giorgio Albertazzi.
Views: 50408 MONK The Channel
★ Frasi di Fedor Dostoevskij ★
 
01:24
Alcune frasi di un Dio della letteratura e dell'umanita'.Alcuni suoi libri da leggere: 1)Le notti bianche 2)La mite 3)Racconti dal sottosuolo
Views: 26869 Razza Estinta
F. Dostoevskij- L’Idiota- Volevo essere un uomo attivo ..." Voce di Sergio Carlacchiani
 
01:15
Sergio Carlacchiani è nato a Macerata nel 1959, vive a Civitanova Marche, è attore, regista, doppiatore, poeta, performer e pittore. Direttore artistico di varie rassegne teatrali :Donna/Modello, Poeti e Poesie da Decl/Amare, Live Poetry, Vita Vita e Poesia in Vita. Si è occupato di poesia lineare, visiva, concreta, sonora, di mail art e performance art. Ha scritto diversi libri di poesia e creato libri/oggetto. Si è esibito come performer in Italia, Francia, Inghilterra Spagna e Austria. Si è formato in seguito, come attore, presso la scuola del Minimo Teatro di Macerata. Ha seguito diversi corsi di perfezionamento e specializzazione, tra i quali ricordiamo quelli con: Eugenio Barba, Franco Ruffini, Riccardo Cucciolla, Cora Herrendorf, Tony Cotz, Giuliano Scabia, Lucia Poli, Rebecca Murgi, Eugenio Sideri, Sergio Scarlatella. Ha conseguito il diploma di impostazione ed uso della voce e tecnica del doppiaggio cinematografico, sotto la guida del maestro Renato Cortesi.E’ stato voce narrante in diversi films, cortometraggi, documentari e più volte ospite di importanti trasmissioni radiofoniche, oltre a quelle televisive,in Rai ed emittenti regionali e locali. Da molti anni si occupa di porgere la poesia in maniera interdisciplinare e spettacolare. Sul suo canale You Tube sono presenti circa 4000 ( 500 e più i poeti, scrittori e personaggi illustri trattati dall' origine dell'umanità a oggi, di tutti i paesi del mondo ) sue interpretazioni di poesie, prose, ed altro, registrate dal vivo o in studio. I suoi recital sono quasi sempre accompagnati da musiche, video-proiezioni, canti, danze, eseguite perlopiù in diretta da artisti che ha conosciuto e con i quali stabilmente o occasionalmente collabora. Tra questi ricordiamo: Alda Merini, Margherita Hack, Joyce Lussu, Eugenio Finardi, Sergio Rubini, Enzo Jannacci, Vincenzo Cerami, Raiz, Luigi Cinque, Fabrizio Bosso, Antonello Salis, Lello Voce, Tiziano Scarpa, Cesare Bocci, Luciano Biondini, Fausto Cigliano, Marco Poeta, Lorenzo Di Bella, Daniele Di Bonaventura, Massimo Mazzoni, Mike Melillo, Gastone Pietrucci e la Macina... Moltissimi gli spettacoli rappresentati nelle varie città d’Italia, altrettanti i riconoscimenti che ha conseguito, ultimo in ordine, non d’importanza, il Premio CreativaMente 2009 assegnatagli dal Presidente della Provincia di Macerata: “Un premio ai maceratesi che hanno dedicato la propria vita all’arte e lo spettacolo e che hanno reso e rendono grande la propria terra con la loro creatività...”. Altro riconoscimento di grande importanza, quello di essere stato invitato dal Centro Sudi Leopardiani e dal Comune di Recanati, presso il Colle dell’Infinito, il 29 Giugno 2010, in occasione delle Celebrazioni Leopardiane (prima di lui Gassman, Bene, Albertazzi, Lavia, Giannini, Bucci...) a presentare: “Chopin & Leopardi, il Poeta del pianoforte e il Poeta dei poeti”; spettacolo su Giacomo Leopardi che ha visto Carlacchiani come voce recitante ed ideatore, insieme al maestro Lorenzo Di Bella, pianista di riconosciuta fama. I due protagonisti hanno entusiasmato il folto ed esigente pubblico presente e numerosi sono stati i commenti positivi, tra i quali quello della discendente del poeta, la contessa Olimpia Leopardi. Visto il consenso di pubblico e critica ottenuto dall’ attore, Casa Leopardi gli ha poi chiesto d’interpretare, in sala d’incisione, una selezione di Canti leopardiani. La Giacomo & Giacomo SRL nel 2011 ha editato il cd “O graziosa luna, io mi rammento...” Il motivo di tale “azzardo”, se così si può definire, è ben descritto nella nota introduttiva al cd del Professor Lucio Felici: Sergio Carlacchiani è un artista versatile che da tempo si dedica alla lettura pubblica dei poeti. Nel cimentarsi con i Canti di Leopardi, egli ha lavorato tenacemente sui testi, schivando – come raramente accade – l’enfasi teatrale e calandosi, di volta in volta, nelle “situazioni” delle 18 poesie trascelte. Nel 2014 Carlacchiani è tornato al Colle dell’Infinito per essere protagonista di “A voi gentili anime” recital dedicato al grande poeta recanatese, con le musiche eseguite dal vivo dal Quartetto delle Marche.” Il 29 Luglio , nell’ambito del Futura Festival di Civitanova Marche , presso il Teatro Annibal Caro, ha proposto al pubblico, coadiuvato dal quartetto d’ archi Eudora : E il dì futuro del dì presente… spettacolo anch’esso dedicato a Giacomo Leopardi. Sempre al poeta dell’Infinito, insieme alla studiosa Loretta Marcon e al chitarrista Daniele Cecconi, Carlacchiani ha presentato a Monte San Giusto il 25 Ottobre 2014, lo spettacolo: “ Comento fatto per noi... " @2016 (protetto dai diritti d'autore) pubblicato ai sensi della legge 22 aprile n.41 n.633 e sue modificazioni Per seguire l’opera di Sergio Carlacchiani https://sergio-carlacchiani.blogspot.com https://www.facebook.com/SergioCarlac... https://www.youtube.com/channel/UC83M...
Views: 258 sergio carlacchiani
Discorso con Dostoevskij e Tolstoj in "Amore e guerra" (1975) - Woody Allen
 
00:26
Padre: Ricordi quel ragazzo tanto caro Raskolnikov? Boris: Sì... Padre: Ha ucciso due signore. Boris: No! Ma che brutta storia! Padre: A me lo ha detto Bobik, lo ha saputo da uno dei fratelli Karamazov. Boris: Atti inconsulti di ossessi! Padre: Non aveva né guerra né pace. Boris: O forse era solo un idiota. Padre: Aveva una faccia da umiliato e offeso. Boris: Io sapevo che era un giocatore. Padre: Potrebbe essere il tuo sosia! Boris: La realtà romanzesca...
Views: 67792 jambachimichanga
Dostoevskij: L'idiota. - Raffaello è più in alto del socialismo?
 
03:59
Da "I demoni", classico di Dostoevskij. Discorso di Stepàn Trofímovic sulla Bellezza. Raffaello ha la priorità sul petrolio? La domanda è: Si tratta di una logica estetista?
Views: 1507 tanoeddy
12 -- Fëdor Dostoevskij e la ricerca della verità -- Cesare G. de Michelis
 
10:36
Video completo disponibile su https://www.eduflix.it Fëdor Michajlovič Dostoevskij nasce a Mosca l'11 novembre 1821, secondo di sette figli. Di carattere duro e autoritario, il padre (medico militare di origini lituane) lo indirizza alla scuola superiore del genio militare di Pietroburgo: ma gli interessi di Fëdor sono già orientati verso la letteratura, e frequenterà la scuola controvoglia. Ancora adolescente, Fëdor rimane nell'arco di un paio d'anni orfano di entrambi i genitori: la madre, muore di tisi, mentre il padre, divenuto nel frattempo pro- prietario terriero, viene probabilmente ucciso dai propri servi della gleba. È stata avanzata l'ipotesi che proprio questi traumi siano alla base degli episodi di epilessia che segneranno lo scrittore per tutta la sua vita.
Views: 29497 Eduflix Italia
💐Nuova rubrica💐 Consigli di lettura: L'idiota di Dostoevskij
 
13:48
Ciao a tutti! Primo video di una nuova rubrica in cui spero di esservi utile parlandovi di libri che ho letto e che ho trovato particolarmente interessanti! Buona visione
Views: 1157 Diotima 1989
FËDOR DOSTOEVSKIJ - Le interviste impossibili
 
20:25
Pagina Facebook: https://www.facebook.com/intervisteimpossibil/ Intervista impossibile allo scrittore russo Fedor Dostoevskij (1821-1881), interpretato dall’attore e drammaturgo Carmelo Bene, con la partecipazione dello scrittore e giornalista Oreste Del Buono nel ruolo dell’intervistatore. Autore: Oreste Del Buono; regia: Vittorio Sermonti. Le interviste impossibili è il titolo di un programma della seconda rete radiofonica Rai andato in onda dal 1973 al 1975 e curato da Lidia Motta, in cui uomini di cultura contemporanei reali fingono di trovarsi a intervistare 82 fantasmi redivivi di persone appartenenti a un'altra epoca, impossibili da incontrare nella realtà, da qui il titolo. Valentino Bompiani ne pubblicò una scelta in due volumi nel 1975. La RAI ne fece successivamente delle repliche. Se volete acquistare il testo con le ottandadue interviste impossibili, edito da Adelphi, a cura di Giorgio Manganelli-----https://www.ibs.it/interviste-impossibili-libro-giorgio-manganelli/e/9788845913044 Non posseggo i diritti di questo programma e non ho scopo di lucro su questo filmato. Diritti riservata alla Rai. http://www.teche.rai.it/2015/09/intervista-a-fedor-dostoevskij/ Fëdor Dostoevskij https://it.wikipedia.org/wiki/F%C3%ABdor_Dostoevskij Carmelo Bene https://it.wikipedia.org/wiki/Carmelo_Bene Oreste del Buono https://it.wikipedia.org/wiki/Oreste_del_Buono Vittorio Sermonti https://it.wikipedia.org/wiki/Vittorio_Sermonti
Views: 2039 Noemia Chicca
Booktrailer - L'idiota (F. Dostoevskij)
 
01:52
BOOKTRAILER REALIZZATO PER IL BOOKTRAILER FILM FESTIVAL 2001/2012 - Autorizzo la diffusione dell'audiovisivo in concorso - L'idiota è quel genere di libro che ti lascia l'amaro in bocca, eppure ti avverte già dalle prime pagine che lo farà. Dostoevkij dipinge un mondo magico nella San Pietroburgo di metà Ottocento. Ci si affanna per trovare buoni partiti per le giovani figlie, si cercano abiti e fior per i balli, si vive di lettura e pittura. Ma con l'arrivo dei protagonisti tutto si annienta. La ragione di chi vive attaccato al suo rango si contrappone alla follia di una donna dissoluta che cerca il modo di salvarsi, alla sviscerale passione di un uomo che finirà col portarlo sull'orlo di un baratro, e alla naturale bontà e innocenza di un giovane: il principe Myskin. Basterà un sera, un matrimonio per salvare le apparenze mandato a monte per trascinare tutti in un vortice da cui verranno fuori profondamenti cambiati
Views: 1962 0Fleide0
Giancarlo De Cataldo e «Delitto e castigo»
 
06:07
Lo scrittore magistrato ci spiega perché «Delitto e castigo» di Dostoevskij è una una lettura meravigliosa e attuale.
Views: 12613 Einaudieditore
L'idiota- Fëdor Michajlovič Dostoevskij.mp4
 
07:10
Una pagina da "L'idiota" che si può accostare a Ivo Andric , Il ponte sulla Drina (Nel sito) Il testo qui citato di Dostoevskji è edito da E-book a cura di Silvia Masaracchio, http://bachecaebookgratis.blogspot.com
Views: 834 Domenico Merli
L'Idiota di Dostoevskij - Myskin, il cattolicesimo e l'ateismo
 
02:34
«Per prima cosa è una fede non cristiana!» rispose il Principe in preda a forte agitazione e con un'asprezza fuori luogo «questo per prima cosa, per seconda cosa, il cattolicesimo romano è peggio dell'ateismo stesso! Questa è la mia opinione...sì, la mia opinione! L'ateismo predica il nulla, mentre il cattolicesimo va oltre: predica un Cristo travisato, un Cristo calunniato e oltraggiato, un Cristo contrario alla verità! Predica l'anticristo, ve lo giuro, ve lo garantisco! E' una mia convinzione personale da molto tempo, mi ha tormentato molto. Il cattolicesimo di Roma crede che senza il potere statale universale la Chiesa non possa stare al mondo, e grida: Non possumus! Secondo me il cattolicesimo non si può neanche considerare una fede, ma la perpetuazione dell'Impero Romano d'Occidente, e in esso tutto è subordinato a questa idea, a partire dalla fede. Il papa ha conquistato la terra, un trono terrestre e ha imbracciato la spada, e da allora tutto procede così, solo che alla spada hanno aggiunto la menzogna, la scaltrezza, l'inganno, il fanatismo, la superstizione, la malvagità, hanno giocato con i più sacri, giusti, semplici e ardenti sentimenti del popolo, hanno barattato tutto per denaro, per il meschino potere terreno. E questa non è la dottrina dell'anticristo?! Come avrebbe potuto da essa non derivare l'ateismo? L'ateismo deriva dai cattolici, dallo stesso cattolicesimo romano! L'ateismo ha preso le mosse da loro prima di tutto: potevano credere loro stessi in quello che facevano? Esso si consolidò in seguito al rigetto che provocarono, esso è il frutto della loro menzogna e della loro fiacchezza spirituale! L'ateismo! Da noi è diffuso solo negli strati privilegiati, come ha detto magistralmente Evgenij Pavlovic qualche giorno fa, negli strati cioè che hanno perduto le loro radici. Mentre in Europa miriadi di appartenenti al popolo incominciano a non credere. Prima il fenomeno era dovuto all'ignoranza e alla menzogna, mentre ora è determinato dal fanatismo, dall'odio verso la chiesa e la cristianità!»
Views: 6120 Leto Atreides II
"Dostoevskij, uno scrittore che vuole guarire". Convegno di "Poetica & Cristianesimo" 2017
 
02:40
Dostoevskij è uno scrittore vivo che incide nelle esperienze di altri autori odierni, suscitando interrogativi su come svolgere al meglio il compito di raccontare la realtà. Su questi temi si sono confrontati Eraldo Affinati e Alessandro D'Avenia, entrambi insegnanti e scrittori, intervenendo alla tavola rotonda conclusiva del VII Convegno di Poetica&Cristianesimo, promosso dalla Facoltà di Comunicazione della Pontificia Università della Santa Croce sul tema "Dostoevskij: abitare il mistero" i giorni 27 e 28 aprile 2017. Dostoevskij è "l'uomo della ricucitura, del risanamento: mette a posto le piaghe", ha esordito Affinati, ricordando come nella sua opera traspaia al tempo stesso una forte "radice pedagogica". Lo scrittore, in fondo, "vuole guarire, non vuole ammalarsi: punta alla guarigione e alla speranza, anche se tutta la ferita se la porta dentro". Quanto alla letteratura in generale, Affinati - che nel 1992 ha esordito con Veglia d'armi. L'uomo di Tolstoj - ha spiegato come sia qualcosa che "serve a intensificare l'esperienza" umana, "ad aggiungere, non a togliere, e a darci una carta in più". Per D'Avenia, Dostoevskij è colui che "in ogni pagina fa sentire dentro di te uno spazio aperto al sacro" e trasmette l'idea "che in una visione cristiana del mondo l'amore ha la priorità rispetto alla conoscenza". Infatti, "non c'è aumento di conoscenza del mondo che non sia preceduto da un aumento di conoscenza dell'amore". Porsi davanti ad un'opera letteraria è come "abitare un mistero": "mentre ti fa accadere una storia interessantissima", in realtà ti sta facendo sperimentare "un'altra storia molto più grande che risuona nella vita di ogni essere umano ogni giorno". Che lo scrittore russo continua ad offrire spunti di riflessione in ambiti molto diversi è emerso nel corso degli interventi che si sono succeduti al Convegno. Per l'antropologa Federica Bergamino, il "vissuto d'insieme" che traspare dai personaggi di Dostoevskij, mostra che "la debolezza è la fessura in cui può entrare la luce dell’altro e in ultima istanza di Dio". L'uomo - ha aggiunto - ha il potere "di far entrare questa luce o rifiutarla, chiudersi per la paura determinata da uno sguardo ideale e finito sulla nostra miseria". Nell’analisi di alcuni passaggi delle opere di Dostoevskij, Tat'jana A. Kasatkina, docente all'Istituto mondiale dell'Accademia delle Scienze di Mosca, ha messo in evidenza la difficoltà di realizzare una traduzione che rispecchi con fedeltà il pensiero e la profondità del vocabolario usato dallo scrittore russo. Sulla famosa espressione di Dostoevskij “la bellezza salverà il mondo”, Adriano Dell’Asta, docente di letteratura russa all'Università Cattolica del Sacro Cuore, ha spiegato che dal rapporto tra "esigenza della bellezza ed esigenza umana di armonia, serenità e piena umanità", "non è poi così difficile passare al rapporto tra bellezza e salvezza”. Giuseppe Ghini, dell’Università di Urbino, ha sottolineato come nelle opere del scrittore russo "i personaggi hanno come punto di convergenza e di paragone l’immagine di Cristo, un’immagine presente dentro il romanzo stesso e a cui essi cercano di conformarsi”. Tuttavia, “il conformarsi a Cristo è l’esito di un processo mai concluso, di una impresa spirituale che comporta una lotta”. Lungo i decenni ci sono stati molti adattamenti dell'opera dell'autore russo in ambito cinematografico; il critico José García ha evidenziato come sono ancora molto più interessanti i riferimenti indiretti che emergono dall'opera di registi come Woody Allen e Aki Kaurismäki, influenzati soprattutto dai romanzi Delitto e Castigo e L’Idiota. Tradurre l'esperienza letteraria in arte visiva è stata la sfida intrapresa dall'artista Cristina Aymerich, che ha realizzato una mostra di cinque opere su altrettanti personaggi de I fratelli Karamazov. Presentando la sua proposta, "Voces en el silencio", la Aymerich ha raccontato come questo incontro con i personaggi abbia prodotto in lei "una eco interiore", trasformando l'esperienza in "mezzo di conoscenza e approccio al mistero". Pagine informative: http://www.pusc.it/csi/pec2017 Galleria fotografica: https://www.flickr.com/photos/[email protected]/sets/72157679587607744
Views: 1997 santacrocevideo
DOSTOEVSKIJ, il mio Maestro
 
10:26
frammenti di scintille dostoevskijane. di Giuseppe D'ambrosio Angelillo
Views: 1355 giuseppe d'ambrosio
Fedor Michajlovic Dostoevskij - Parte I
 
05:26
Puoi sostenere questo canale dando un'occhiata ai miei libri su Amazon (link qui sotto) o semplicemente spargendo la voce. Grazie infinite :) http://www.amazon.it/s/ref=nb_sb_noss?__mk_it_IT=%C3%85M%C3%85%C5%BD%C3%95%C3%91&url=search-alias%3Daps&field-keywords=domenico%20petrolino&sprefix=domen%2Caps --------------  Non Puoi Non Saperlo  Fëdor Michajlovič Dostoevskij Fëdor Michajlovič Dostoevskij nasce a Mosca nel 1821, secondo di otto figli. Figlio di un medico militare e di una discendente di una famiglia di commercianti, amante della musica e molto religiosa. Nel ‘31 si trasferisce nel governorato di Tula, circa 200km a sud di Mosca, dove la famiglia aveva comprato un terreno. Fedor Michajlovic Dostoevskij Nel ‘34 la madre muore e nel ‘38 inizia a studiare ingegneria militare a San Pietroburgo, ma la sua passione era già la letteratura. Fedor Michajlovic Dostoevskij Nel giugno del ‘39 il padre venne ucciso e, in quell’occasione, Dostoevskij ebbe il suo primo attacco di epilessia. Nel ’43 completa il corso ufficiali ma già l’anno dopo si dimette, rinunciando ai privilegi della carriera militare. Inizia a scrivere Povera gente (‘46), accolto positivamente dalla critica, che definisce Dostoevskij in nuovo Gogol. Fedor Michajlovic Dostoevskij In parte ispirato al racconto di Gogol' Il cappotto, Povera gente dà un resoconto delle terribili condizioni di vita dei russi non abbienti nella metà del XIX secolo, tramite le lettere che si scambiano Varvara e Makar, due cugini che abitano l’uno di fronte all’altra. Sempre nel ‘46 inizia a scrivere Il sosia, romanzo che parla di uno sdoppiamento psichico. Non ebbe però il successo del primo romanzo. Fedor Michajlovic Dostoevskij Il protagonista, Jakov Petrovič Goljadkin, dopo una delusione d’amore, incontra un altro se stesso, che diventerà un vero e proprio antagonista e peggiorerà la sua situazione fino a portarlo alla follia. Fedor Michajlovic Dostoevskij Nell’aprile del ‘49 viene arrestato per partecipazione a società segreta con scopi sovversivi e a novembre viene condannato a morte. Fedor Michajlovic Dostoevskij Lo zar Nicola I però commuta la condanna a morte in lavori forzati a tempo indeterminato, informazione che gli viene comunicata solo sul patibolo. Ovviamente, questo avvenimento lo segna molto, e ne scrive sia in Delitto e castigo, sia ne L’idiota. Fedor Michajlovic Dostoevskij « A chi sa di dover morire, gli ultimi cinque minuti di vita sembrano interminabili, una ricchezza enorme. In quel momento nulla è più penoso del pensiero incessante di poter non morire, del poter far tornare indietro la vita. Allora, quale infinità! Si potrebbe trasformare ogni minuto in un secolo intero... » Fedor Michajlovic Dostoevskij (L'idiota) Viene deportato in Siberia, giungendovi l'11 gennaio 1850. Da questa esperienza nasce una delle opere più crude e sconvolgenti di Dostoevskij, Memorie dalla Casa dei Morti (‘61-’62). Fedor Michajlovic Dostoevskij Nel libro, il circolo vizioso dell’infelicità umana viene spezzato dal messaggio evangelico della fratellanza tra esseri umani. Ha 33 anni quando viene liberato per buona condotta, e sconterà il resto della pena servendo nell'esercito come soldato semplice. Nel 1859 viene congedato e si stabilisce a Tver', 175 km a nord ovest di Mosca. Prepara insieme al fratello Michail una riedizione di tutte le sue opere e scrive LA casa dei morti. Insieme al fratello fonda la rivista Vremja (Il tempo) che si vuole contrapporre alle correnti occidentaliste e radicali. Su questa pubblicherà: o Memorie dalla casa dei morti e Umiliati e offesi nel 1861 o Un brutto aneddoto nel 1862 o Note invernali su impressioni estive nel 1863. Nel 1864 muoiono la moglie (ad aprile) e il fratello Michail (a luglio). L’anno dopo compie un viaggio in Europa, dove gioca molto alla roulette per cercare di far fronte ai suoi ingenti debiti, con il risultato di peggiorare la sua situazione. Nel 1866 inizia la pubblicazione, a puntate, di Delitto e castigo e, sempre nel ‘66, viene pubblicato Il giocatore. Insieme a Guerra e Pace di Lev Tolstoj, Delitto e castigo è uno dei romanzi russi più famosi e influenti di tutti i tempi. Il tema predominante è quello del conseguimento della salvezza attraverso la sofferenza. Il romanzo ha il suo evento chiave in un duplice omicidio: quello premeditato di una vecchia usuraia e quello imprevisto della sua mite sorella più giovane. La storia narra la preparazione dell'omicidio, ma soprattutto gli effetti emotivi, mentali e fisici che ne seguono, così terribili che solo la confessione potrà salvare l’assassino. Cruciale è il suo incontro con Sonja, una giovane donna di grande e sincera fede. Ne Il giocatore, Dostoevskij analizza il gioco d'azzardo in tutte le sue forme con i diversi tipi di giocatori, dai ricchi nobili europei, ai poveretti che si giocano tutti i loro averi, ai ladri. Fedor Michajlovic Dostoevskij
Views: 1225 Non Puoi Non Saperlo
DOBBIAMO LEGGERLO: "L'idiota" di Fëdor Dostoevskij (1869)
 
14:48
I miei libri su amazon (sociologia, letteratura, storia, filosofia): http://goo.gl/bevaY9
Biografia di Fëdor Dostoevskij
 
03:23
Video completo disponibile su https://www.eduflix.it
Views: 9944 Eduflix Italia
"Chi è Dostoevskij?"
 
01:59
Per sondare l'attualità dell'opera di Dostoevskij, a cui la Facoltà di Comunicazione dedica il Convegno di quest'anno, abbiamo intervistato alcune persone e le risposte sono sorprendenti. "Dostoevskij: abitare il mistero" è infatti il tema del VII Convegno Internazionale di «Poetica & Cristianesimo», il quale invita a una riflessione e a un approfondimento del rapporto tra il Cristianesimo del grande scrittore russo e il senso di vuoto dell’uomo contemporaneo. Si vuole analizzare la sua opera in una prospettiva interdisciplinare (dalla teologia all’antropologia, alla cinematografia) onde mettere in risalto, nella poliedricità dei suoi scritti e del suo pensiero, il modo in cui ci fa entrare nel mistero di Dio e dell’uomo e che cosa ci dice oggi. Ulteriori informazioni: http://www.pusc.it/csi/pec2017
Views: 4345 santacrocevideo
Fedor Michajlovic Dostoevskij - Parte II
 
06:38
Puoi sostenere questo canale dando un'occhiata ai miei libri su Amazon (link qui sotto) o semplicemente spargendo la voce. Grazie infinite :) http://www.amazon.it/s/ref=nb_sb_noss?__mk_it_IT=%C3%85M%C3%85%C5%BD%C3%95%C3%91&url=search-alias%3Daps&field-keywords=domenico%20petrolino&sprefix=domen%2Caps --------------  Non Puoi Non Saperlo  Fëdor Michajlovič Dostoevskij Fëdor Michajlovič Dostoevskij nasce a Mosca nel 1821, secondo di otto figli. Figlio di un medico militare e di una discendente di una famiglia di commercianti, amante della musica e molto religiosa. Nel ‘31 si trasferisce nel governorato di Tula, circa 200km a sud di Mosca, dove la famiglia aveva comprato un terreno. Fedor Michajlovic Dostoevskij Nel ‘34 la madre muore e nel ‘38 inizia a studiare ingegneria militare a San Pietroburgo, ma la sua passione era già la letteratura. Fedor Michajlovic Dostoevskij Nel giugno del ‘39 il padre venne ucciso e, in quell’occasione, Dostoevskij ebbe il suo primo attacco di epilessia. Nel ’43 completa il corso ufficiali ma già l’anno dopo si dimette, rinunciando ai privilegi della carriera militare. Inizia a scrivere Povera gente (‘46), accolto positivamente dalla critica, che definisce Dostoevskij in nuovo Gogol. Fedor Michajlovic Dostoevskij In parte ispirato al racconto di Gogol' Il cappotto, Povera gente dà un resoconto delle terribili condizioni di vita dei russi non abbienti nella metà del XIX secolo, tramite le lettere che si scambiano Varvara e Makar, due cugini che abitano l’uno di fronte all’altra. Sempre nel ‘46 inizia a scrivere Il sosia, romanzo che parla di uno sdoppiamento psichico. Non ebbe però il successo del primo romanzo. Fedor Michajlovic Dostoevskij Il protagonista, Jakov Petrovič Goljadkin, dopo una delusione d’amore, incontra un altro se stesso, che diventerà un vero e proprio antagonista e peggiorerà la sua situazione fino a portarlo alla follia. Fedor Michajlovic Dostoevskij Nell’aprile del ‘49 viene arrestato per partecipazione a società segreta con scopi sovversivi e a novembre viene condannato a morte. Fedor Michajlovic Dostoevskij, l'idiota, delitto e castigo, i fratelli karamazov Lo zar Nicola I però commuta la condanna a morte in lavori forzati a tempo indeterminato, informazione che gli viene comunicata solo sul patibolo. Fedor Michajlovic Dostoevskij, l'idiota, delitto e castigo, i fratelli karamazov Ovviamente, questo avvenimento lo segna molto, e ne scrive sia in Delitto e castigo, sia ne L’idiota. Fedor Michajlovic Dostoevskij « A chi sa di dover morire, gli ultimi cinque minuti di vita sembrano interminabili, una ricchezza enorme. In quel momento nulla è più penoso del pensiero incessante di poter non morire, del poter far tornare indietro la vita. Allora, quale infinità! Si potrebbe trasformare ogni minuto in un secolo intero... » Fedor Michajlovic Dostoevskij, l'idiota, delitto e castigo, i fratelli karamazov (L'idiota) Viene deportato in Siberia, giungendovi l'11 gennaio 1850. Da questa esperienza nasce una delle opere più crude e sconvolgenti di Dostoevskij, Memorie dalla Casa dei Morti (‘61-’62). Fedor Michajlovic Dostoevskij, l'idiota, delitto e castigo, i fratelli karamazov Nel libro, il circolo vizioso dell’infelicità umana viene spezzato dal messaggio evangelico della fratellanza tra esseri umani. Ha 33 anni quando viene liberato per buona condotta, e sconterà il resto della pena servendo nell'esercito come soldato semplice. Fedor Michajlovic Dostoevskij, l'idiota, delitto e castigo, i fratelli karamazov Nel 1859 viene congedato e si stabilisce a Tver', 175 km a nord ovest di Mosca. Fedor Michajlovic Dostoevskij, l'idiota, delitto e castigo, i fratelli karamazov Prepara insieme al fratello Michail una riedizione di tutte le sue opere e scrive LA casa dei morti. Fedor Michajlovic Dostoevskij, l'idiota, delitto e castigo, i fratelli karamazov Insieme al fratello fonda la rivista Vremja (Il tempo) che si vuole contrapporre alle correnti occidentaliste e radicali. Fedor Michajlovic Dostoevskij, l'idiota, delitto e castigo, i fratelli karamazov Su questa pubblicherà: o Memorie dalla casa dei morti e Umiliati e offesi nel 1861 o Un brutto aneddoto nel 1862 o Note invernali su impressioni estive nel 1863. Fedor Michajlovic Dostoevskij, l'idiota, delitto e castigo, i fratelli karamazov Nel 1864 muoiono la moglie (ad aprile) e il fratello Michail (a luglio). Fedor Michajlovic Dostoevskij, l'idiota, delitto e castigo, i fratelli karamazov L’anno dopo compie un viaggio in Europa, dove gioca molto alla roulette per cercare di far fronte ai suoi ingenti debiti, con il risultato di peggiorare la sua situazione. Fedor Michajlovic Dostoevskij, l'idiota, delitto e castigo, i fratelli karamazov Nel 1866 inizia la pubblicazione, a puntate, di Delitto e castigo e, sempre nel ‘66, viene pubblicato Il giocatore. Fedor Michajlovic Dostoevskij, l'idiota, delitto e castigo, i fratelli karamazov Dostoevskij
dismappa - Corrado Accordino in "L'idiota" di Fedor Dostoevskij
 
00:47
Teatro Laboratorio, Verona, 1 dicembre 2012
Views: 262 Dismappa Verona
FEDOR DOSTOEVSKIJ
 
10:01
Il rifiuto delle utopie (www.massoniserafino.it)
Views: 5312 Serafino Massoni
"Filosofia" per Poveracci in Fëdor M. Dostoevskij 📚
 
18:38
✏ Filosofia► https://bit.ly/2KhF7iV ►La Filosofia di Fëdor M. Dostoevskij in Povera Gente (la traduzione letterale del titolo è poveracci). Il video è un invito alla lettura e si riferisce solo a questo romanzo, non all'intero universo dostoevskiano (ben più ampio e articolato). ✔Citazioni e consigli: Le sezioni del podcast in cui compare l'immagine di San Pietroburgo sono state scritte da me. Le citazioni sono, in ordine: 00:01 ►Fëdor M. Dostoevskij, Povera gente, BUR 06:22 ►James Hillman, Il codice dell’anima, Adelphi 12:14 ► Blaise Pascal, Pensieri, Rusconi 15:52 ►Fëdor M. Dostoevskij, Povera gente, BUR Testi menzionati o che avevo in mente scrivendo il canovaccio: Kierkegaard, Aut-Aut Sartre, Critica della ragion dialettica Cicerone, La vecchiezza Seneca, Epistulae ad Lucilium Yourcenar, Memorie di Adriano Feuerbach, Fondamenti della filosofia dell'avvenire Feuerbach, L' essenza della religione Cartesio, Meditazioni metafisiche Schelling, Sistema dell'idealismo trascendentale Schelling, Scritti sulla filosofia, la religione, la libertà ✔Manuali: Storia del pensiero Occidentale (7 volumi) a cura di Cambiano, Fonnesu e Mori, ed. Il Mulino. Per i licei quelli curati da Cambiano-Mori (Laterza), Esposito-Porro (Laterza), Moravia (Le Monnier). ► CONTATTI: PAGINA FACEBOOK: https://goo.gl/1pxP3q ►MUSICHE: https://www.bensound.com - http://incompetech.com. Myujii►http://bit.ly/1k1g4ey Licensed under Creative Commons: By Attribution 3.0 License: https://creativecommons.org/licenses/... ↓↓↓ Copyright Disclaimer↓↓↓ Tutte le immagini usate sono liberamente disponibili su google lasciando ogni diritto di copyright ai legittimi autori. Il fair use è un uso consentito dalla legge sul copyright. [Title 17, US Code (Sections 107-118 of the copyright law, Act 1976)]. ►COME PUOI SUPPORTARMI? 👍 Lascia un like, commenta e condividi il video! 💡 Donazioni: https://www.paypal.me/annaliside
Views: 1108 Annaliside
"Le notti bianche" di Dostoevskij - Voce di Paolo Rossini con Gianna Gesualdo e Alessandro Muraca
 
04:58
"Le notti bianche" di Fëdor Dostoevskij (Estratti da "Quarta notte" e "Il mattino") Voce di Paolo Rossini con Gianna Gesualdo e Alessandro Muraca, musica di Lena Selyanina. ISCRIVETEVI AL MIO PODCAST: "Parole di Paolo Rossini" SU iTUNES, SPOTIFY e GOOGLE PODCAST! Spotify: https://open.spotify.com/show/27LHCf5VBzBBHHhh9wXPNs?si=dZtyfrpZRme7AKkTUQiaNA iTunes: https://itunes.apple.com/it/podcast/parole-di-paolo-rossini/id903572171?mt=2 Google Podcast: https://www.google.com/podcasts?feed=aHR0cDovL3d3dy5wYW9sb3Jvc3NpbmkuaXQvYmxvZy8_ZmVlZD1yc3My
Views: 10109 zorkimac
"Il Giocatore" di Fedor Dostoevskij
 
02:37
Video tratto dal romanzo "Il Giocatore" di Fedor Dostoevskij. Il testo è stato leggermente modificato per motivi inerenti alla passaggio dal testo scritto allo schermo, ma speriamo di aver lasciato intatto il messaggio di fondo. Scene originali dirette e montate da: Frank Moony e Giulio Gentile Con la partecipazione di: Giuseppe La Placa, Carlo Giusti, Emanuela Lo Bianco, Andrea Mattaliano, Marco Cassetti Scene non originali tratte da: 21 (R. Luketic 2008), Rain Man L'uomo Della Pioggia (B. Levinson 1988), Una Notte Da Leoni (T. Phillips 2009) Colonna sonora ad opera di Pasquale Catalano, tratta dal Le Conseguenze Dell'amore (P. Sorrentino 2004) Tutti i diritti appartengono alle rispettive case produttrici.
Views: 1124 FrankMoony
Dostoevskij I demoni / Popolo e ateismo
 
09:11
L'ateo rifiuta il popolo, si allontana e nella sua superba rimane senza radici, come un atomo che gira su se stesso, senza bussola e finisce per generare il nichilismo. La storia sembra dare ragione a Dostoevskij. Il socialismo storico si è fatto a pezzi e l'ateismo, facendo leva sulla ragione onnisciente e onnipervasiva, a finito per mordersi la coda. Il sogno della ragione - come nel quadro di Goya - ha prodotto i mostri, i "demoni".
Views: 1208 tanoeddy
I fratelli Karamàzov - Fëdor Dostoevskij 1e2di7
 
01:55:22
I fratelli Karamàzov (1879) Fëdor Michajlovic Dostoevskij (Mosca, 11 novembre 1821 -- San Pietroburgo, 28 gennaio 1881) http://it.wikipedia.org/wiki/I_fratelli_Karam%C3%A0zov http://it.wikipedia.org/wiki/F%C3%ABdor_Michajlovi%C4%8D_Dostoevskij Amate gli animali: Dio ha donato loro i rudimenti del pensiero e una gioia imperturbata. Non siate voi a turbarla, non li maltrattate, non privateli della loro gioia, non contrastate il pensiero divino. Uomo, non ti vantare di superiorità nei confronti degli animali: essi sono senza peccato, mentre tu, con tutta la tua grandezza, insozzi la terra con la tua comparsa su di essa e lasci la tua orma putrida dietro di te - purtroppo questo è vero per quasi tutti noi! Amate in special modo i bambini, giacché anch'essi sono senza peccato, come gli angeli; essi vivono per commuovere e purificare i nostri cuori e rappresentano una sorta di indicazione per noi. Guai a chi offende un bambino! http://elianto782.files.wordpress.com/2011/09/fedor-dostoevskij-i-fratelli-karamazov-ita-libro1.pdf http://it.wikipedia.org/wiki/I_fratelli_Karam%C3%A0zov_(sceneggiato_televisivo)
Views: 17749 giuliagenito
Il giocatore di Dostoevskij: non lo conosci? Peccato
 
05:47
Un russo meschino, ubriacone, vigliacco e ladro, ma autenticamente russo, fedele alla sua terra e alla sua religione, sarà sempre superiore a qualunque francese scettico, ateo e onesto che si definisce “uomo” solo perché crede nel progresso e nella morte della religione. Sono affiliato ad Amazon. Se acquisti questo libro, l'azienda mi riconoscerà una piccola percentuale. Versione cartacea: https://amzn.to/2Bl0wEC Versione digitale: https://amzn.to/2MX5Orl Contatti: [email protected] La mia presenza sulla Rete: Twitter: https://twitter.com/Marco_Freccero Instagram: https://www.instagram.com/marcofreccero66/ Blog: https://marcofreccero.wordpress.com
Views: 361 Marco Freccero
I demoni - Fëdor Dostoevskij 3di5
 
01:17:33
I demoni (1871) Fëdor Michailovic Dostoevskij (Mosca 11 novembre 1821 -- San Pietroburgo 28 gennaio 1881) http://www.lankelot.eu/letteratura/dostoevskij-i-demoni.html http://it.wikipedia.org/wiki/F%C3%ABdor_Michailovi%C4%8D_Dostoevskij «Io non vi cederò Šatov!» disse. Pëtr Stepanovic sussultò, si guardarono l'un l'altro.«Ve l'ho già detto poco fa perché vi è necessario il sangue di Šatov» disse Stavrogin, e gli occhi scintillarono, «voi, con questo mastice, volete cementare i vostri gruppi. Poco fa avete mandato via Šatov in modo molto abile: sapevate troppo bene che egli non avrebbe detto: "Non denuncerei" e che avrebbe ritenuto una bassezza mentire davanti a voi. Ma io, io per che cosa vi servo? Voi mi inseguite da quando eravamo all'estero. E le vostre giustificazioni per ora sono pura follia. Intanto voi cercate di fare in modo che io, dando millecinquecento rubli a Lebjadkin, offra così l'occasione a Fed'ka di sgozzarlo. E voi pensate anche, lo so, che io voglia far sgozzare nello stesso tempo anche mia moglie. Dopo avermi così legato con un delitto a voi, credete naturalmente di acquistare potere su di me, perché è così, vero? A che vi serve il potere? A che diavolo servo io? Una volta per sempre guardate da vicino se sono il vostro uomo, e lasciatemi in pace.» http://www.scribd.com/doc/63451324/eBook-Ita-Narr-Dostoevskij-Fedor-I-Demoni-PDF http://www.centrodiegofabbri.it/contenuti/dettaglio.asp?pid=251
Views: 15621 giuliagenito
Fëdor Dostoevskij - Le Notti bianche - Il mattino
 
06:04
Grazie a chiunque vorrà supportarmi con una donazione: https://streamlabs.com/silviolorentini Iscriviti al canale: https://goo.gl/q9uEum GRAZIE PER IL SUPPORTO! ----------------------------------------­­--- Per richiedere una AudioLettura clicca qui: http://goo.gl/I3WC5r ----------------------------------------­­--- Lettura di un estratto del libro "Le notti bianche" di Fëdor Dostoevskij. Letto da Silvio Lorentini. Video effects : Amitai Angor AA VFX
Views: 1457 Silvio Lorentini
2 pensieri di DOSTOEVSKIJ
 
00:52
2 pensieri del grande Maestro russo tratto dal libro "DOSTOEVSKIJ Pensieri" (a cura di D'Ambrosio Angelillo)
LIBERTA' E DIRITTI NELLE MASCHERE DI DOSTOEVSKIJ-PROF. DANIELE CANANZI
 
43:45
LIBERTA' E DIRITTI NELLE MASCHERE DI DOSTOEVSKIJ-PROF. DANIELE CANANZI
Intervista a Dostoevsky.wmv
 
08:31
Oreste del Buono intervista Fedor Dostoevskij (voce di Carmelo Bene)
Views: 14009 inutileye
F.M. DOSTOEVSKIJ: il dramma della libertà
 
07:37
MOSTRA INTERNAZIONALE F.M. DOSTOEVSKIJ: il dramma della libertà Biblioteca Statale Isontina di Gorizia 28 agosto - 3 novembre
Views: 3201 MrSilvestro64
La leggenda del Grande Inquisitore Dostoevskij
 
11:32
Uno dei più grandi attori italiani di tutti i tempi, Umberto Orsini recita la leggenda del Grande Inquisitore, uno dei testi più memorabili della letteratura mondiale. Autore: Fedor Dostoevskij. Libro: I fratelli Karamazov
Views: 35390 tanoeddy
DOSTOEVSKIJ di Giuseppe D'Ambrosio Angelillo (9 volumi)
 
03:31
Narrazione in un corpo unico della Vita, dell'Opera e del Pensiero di Dostoevskij. La più articolata ricerca mai fatta in lingua italiana sul grande Maestro Russo (di Giuseppe D'Ambrosio Angelillo) 1. Il Sognatore (sul giovane Dostoevskij) 2. Attraverso l'Inferno (sulla deportazione in Siberia) 3. L'Uomo del Sottosuolo (sulla tematica del Sottosuolo) 4. L'Amore Felice (su "Delitto e Castigo") 5. L'Uomo Buono (su "L'Idiota") 6. I Nichilisti (su "I Demoni") 7. Teoria dell'Amore (su "L'Adolescente) 8. I KARAMAZOV. Pensiero e Narrazione 1 9. I KARAMAZOV. Pensiero e Narrazione 2 Tutti i volumi sono disponibili come e-book su Google play in esclusiva. "Sono un uomo e nulla di ciò che è umano mi è estraneo". TERENZIO la prima edizione de "I KARAMAZOV. Pensiero e Narrazione" del 1997, illustrata, di 1334 pagine è a lettura libera sempre su Google play passaparola, amico, passaparola... condividi sul Web questo video...
Dostoevskij -Lettere sulla creatività
 
01:44
Dostoevskij ha ricercato sempre con passione il volto abissale dell'uomo. La sua è una ricerca che l'ha impegnato fino alle fine dei suoi giorni. Dalle Lettere sulla creatività, presentiamo un pensiero che merita di essere letto come testimonianza di una passione che oggi, nell'epoca delle "passioni tristi", può risvegliare in noi una passione creativa.
Views: 152 tanoeddy
Il piano di Piotr Stepanovich - seconda parte
 
06:27
da: I demoni, sceneggiato in cinque parti, tratto dall'omonimo romanzo di Fëdor Dostoevskij. Regia di Sandro Bolchi. (1972)
Views: 1436 cluster976
Gruppi Rock Original Songs Concerti - Assenthio L'Idiota [2012 rec.]
 
04:58
Gruppi Rock Italiano, Assenthio che si pronuncia come "Assenzio" è una band musicale pop rock prog, indie, esegue i propri brani originali e musica live. Concerti in piazza e su Youtube. In questo video "l'Idiota", canzone versione complete. Alla voce e fisarmonica WIK. Interessante notare l'utilizzo della fisarmonica nel rock, con solo chitarra e batteria come accompagnamento. Musica rock-band for local restaurants pubs per locali in e locali. Clicca qui per la canzone registrata in studio: http://youtu.be/nCnvcztWsDQ . Ascolta tutte le canzoni online: - "Falco" https://youtu.be/Sr-G76qH0PI . - "L'Idiota" (Unplugged) http://youtu.be/jh5NUfVByco acoustic (guitar voice). - "Dark Lullaby" http://youtu.be/fxbe7IoxwAM (WikingoMusic). - "Non ero io" http://youtu.be/F-JPTwJozTA la frase più ricorrente in Italia. - "Presto è tardi" http://youtu.be/6yx6xv8aHWY difficile stare sulla cresta dell'onda, per farlo devi pagare. - "Sulla linea dell'Eclittica" http://youtu.be/MyNMT-CotXQ brano dedicato a tutte le donne del mondo. Music by Assenthio Revolution 2012: Voice: Stefano Rossi, as Wikingo (cerca su Facebook contatto) Guitar: Andrea Aldini, as Aldo Drums: Remo Giorgetti, as Remo. http://wikingo.it/music/Assenzio_Rock_Music_Live_Absinthe_Band.htm No Label, No Contract.
Views: 1386 Wikingo
Tolstoj e Dostoevskij.
 
02:48
Tolstoj e Dostoevskij.
Views: 393 IlLibraioMatto
Filosofia e Letteratura - Dostoevskij (Prof. Givone e Dott. Provera) PARTE 1/4
 
31:08
Prima parte del terzo incontro del ciclo di conferenze "Filosofia e Letteratura" organizzato dall'Associazione studentesca "Philosophicum Ghislieri". Il Prof. Givone (Università degli Studi di Firenze) dialoga con il Dott. Provera (Unversità Cattolica del Sacro Cuore di Milano) su alcuni temi filosofici dell'opera di Dostoevskij, con particolare riguardo ai concetti di "crimine" e "pena". Per informazioni sulle attività dell'Associazione visitare la pagina Facebook "Philosophicum Ghislieri - Società Filosofica Ghisleriana"
Views: 2889 Collegio Ghislieri
NOI.. PEREGRINI DI BELLEZZA - DA DOSTOEVSKIJ A VIRGINIA WOOLF
 
18:37
Noi Peregrini di Bellezza Aperitivi Letterari con la prof.ssa Manuela Racci Da Dostoevskij a Virginia Woolf, la dimensione Umana della Malattia: sentinella del dolore, lo scrittore fa della parola letteraria un 'occasione unica di vera conoscenza dell'anima ferita, consegnando al lettore orizzonti straordinari di senso... La lezione completa di circa due ore ed il materiale prodotto negli altri incontri è disponibile presso l'Associazione Il Parco dei Ragazzi, info: [email protected]
Delitto e Castigo (1) di F. Dostoevskij letto da Ennio Fantastichini
 
18:17
SE QUALCUNO FOSSE INTERESSATO AD ASCOLTARE LE ALTRE PARTI, MI CONTATTI PURE IN PRIVATO. Se le immagini disturbano l' ascolto è consigliato chiudere gli occhi... Riprese di Oettam 85. Video: le quattro stagioni. Questo video vuol essere un omaggio non solo alla sublime opera di Dostoevskij, ma anche al meraviglioso lavoro svolto in tutti questi anni da "Il terzo anello-ad alta voce" sulle frequenze di radio3. In particolare tutta la mia stima va in questo caso al superbo Ennio Fantastichini, la cui voce mi ha emozionato, a suo modo, quanto la lettura originale del capolavoro russo. http://www.radio.rai.it/radio3/terzo_anello/alta_voce/archivio_2003/eventi/2003_04_01_delittoecastigo/index.cfm
Views: 9283 oettam85
Parliamo di: Delitto e Castigo
 
15:25
Si interompe crudelmente alla fine=( Ma i fatti più interessanti meno male gli ho raccontati
Views: 6206 Maria Vas